Vacanze a Abbadia San Salvatore

Se decidete di trascorrere le vostre vacanze in Maremma potete prenotare in uno dei tanti hotel, bed and breakfast e alberghi presenti nelle vicinanze di Abbadia San Salvatore: un moderno centro cittadino distribuito in modo un po’ disordinato sul territorio con al suo interno un piccolo centro dal cuore medievale, perfetto e autonomo. Il turista può facilmente raggiungere la città in pullman, che ferma nella via subito fuori le mura.

Il comune è situato nella parte senese del Monte Amiata. Prende il nome dall’abbazia benedettina costruita nel 743 dal re longobardo Rachis. Degno di nota anche l’affascinante museo minerario, costituito da tutte le miniere chiuse.

Nel periodo di dicembre (dal 19 al 24) viene organizzata la festa delle fiaccole: vengono accese più di 40 cataste di legna e fatte bruciare fino all’alba, una festa che vanta origini molto antiche legate alla devozione degli abitanti nel periodo natalizio.

L'Abbazia di Abbadia San Salvatore

Costruita nel 743 e consacrata nel 1036 rappresenta oggi una delle più antiche abbazie della Toscana. La chiesa è costruita in trachite marrone, caratteristico minerale dell’Amiata. La stretta facciata, compressa dalle due imponenti torri (una non ultimata) porta verso un interno abbastanza modesto sviluppato in tutta la sua lunghezza a forma di croce latina.

Al suo interno è rimasto poco delle opere d’arte, portate quasi tutte a Firenze quando l’abbazia divenne proprietà dei Medici, ai quali seguì un periodo lungo 157 anni in cui rimase priva di monaci. Il pezzo unico migliore è il crocifisso ligneo situato sulla parete di destra.

Alcuni dipinti di inestimabile valore realizzati dai Nasini abbelliscono ulteriormente gli interni, come gli affreschi che decorano il transetto sud con la rappresentazione della leggenda del Re Rachis, mentre nel transetto nord possiamo ammirare la rappresentazione de Vita della Vergine.

Di grande impatto è la cripta, tra le più grandi e maestose presenti in Toscana: uno spazio di pietra grezza sostenuto da particolari colonne scanalate. Su ogni pilastro c’è un architrave sottilmente intarsiato in stile longobardo-bizantino.

Informazioni utili per il turista

Ufficio turistico
Via Adua, 25
Lunedì-sabato: 09:00 – 13:00 / 16:00 – 18:00
Domenica: 09:00 – 13:00
Telefono: 0577 775 811